Me l’avete chiesta in tantissimi, ed ecco qui la mia RICETTA DELLA PIZZA! Ecco, non me ne vogliano i miei amici napoletani.. siete voi i maestri, ovviamente 😀

Prima della ricetta, voglio però darvi qualche consiglio utile, per non avere gonfiore e sensazioni di pesantezza dopo averla mangiata!

Quindi mangiamo e impariamo a mangiare LA PIZZA IN MODO FUNZIONALE E FURBO.

Ecco i trucchi per una WELLNESS PIZZA:

  • Non mescolare mai troppi ingredienti insieme, come salumi e formaggi (prosciutto e mozzarella o salame e formaggio), e scegli sempre la qualità italiana, quindi farine integrali biologiche con molte fibre (utili per tenere basso l’indice glicemico del piatto), verdure di stagione e bio, passata di pomodoro meglio se casalinga e olio extra vergine di oliva.

 

  • Opta per una margherita con ortaggi di stagione come zucchine, melanzane, fiori di zucca, spinacino, rucola, funghi o radicchio ecc…in modo da renderla più digeribile possibile a livello gastrico senza esagerare con la quantità di mozzarella (circa 50-70 g a persona) e scegliendo la fior di latte rispetto alla bufala, decisamente più calorica.

 

  • Più lievita e più sarà digeribile: una lunga lievitazione, meglio se con lievito a pasta madre, rende l’impasto più digeribile e l’intestino non sarà così gonfio. Attenzione però che con la lievitazione, aumentano gli zuccheri, quindi l’uso della farina integrale o ai 5 cereali e delle verdure, è un mix perfetto per bilanciare l’indice glicemico della pizza.

 

  • Impara a non usare il sale, grande nemico della dieta, soprattutto della ritenzione idrica e dell’ipertensione. Stai attento alle farciture come salumi, formaggi o tonno, alimenti conservati ricchi di sodio ed evita quindi di aggiungerne dell’altro, ad esempio nella passata di pomodoro; la puoi insaporire con origano e basilico fresco.

 

  • Niente dolce o frutta a fine pasto, come l’ananas per digerire..aggiungerete esclusivamente zuccheri e/o grassi saturi al vostro pasto. Se senti molta fame, inizia invece con un antipasto a base di cruditè di stagione con olio evo e pepe (pinzimonio) oppure un carpaccio o tartare di pesce fresco.

 

  • Inizia il tuo PASTO CON UNA INSALATA DI VERDURE CRUDE, ad esempio mescola rucola, cetrioli, sedano e finocchi con una grattugiata di zenzero fresco. Questo mix di ortaggi ricchi in acqua, avranno un effetto diretto sulla diuresi; utile per chi soffre di ritenzione (ulteriormente accentuata dalla sapidità della pizza) e stipsi intestinale.

 

 

 

RICETTA:

Ingredienti:

700 g di farina di tipo 2

300 g di semola di grano duro integrale rimacinata

600-700 ml di acqua

100 ml di olio evo

1 bustina di lievito di birra disidratato o 25 g di lievito fresco

1 cucchiaino di zucchero

sale

 

 

 

Per il condimento:

 

400 ml di passata di pomodoro

200 g di ricotta vaccina o 180 g di mozzarella fior di latte

mix di verdure  (zucchine, zucca, melanzane, spinaci, scarola, asparagi….)

Basilico fresco (non manca mai sulla mia pizza)

 

 

Procedimento (generalmente la preparo al mattino per mangiarla alla sera)

Mescolate le due farine insieme al lievito, allo zucchero e a un pizzico di sale. Aggiungete acqua e olio, poco per volta. Mescolate, impastate fino a ottenere un composto omogeneo e liscio.  Coprite e lasciate lievitare l’impasto per circa 2 ore, quindi stendetela in una teglia leggermente oliata e bagnata in superficie. Lasciate lievitare per altre 2 ore. Impastate nuovamente e stendete. Completate la lievitazione fino all’ora di cena.

Cospargete la superficie con la passata di pomodoro, la mozzarella o la ricotta e per ultime le verdure.

Infornate a 200 gradi per 20 minuti circa e BUON APPETITO!

 

©2020 Manuela Mapelli | Biologa - Nutrizionista | P. IVA: 03456770134 | Via Vittorio Veneto, 13 - Lecco | +39.347.2379913 - manumapelli@gmail.com | Privacy Policy

Log in with your credentials

Forgot your details?