Saltare-i-pasti-per-dimagrire

Cari lettori, spesso, mi capita di sentire molti dei miei pazienti che a pranzo non mangiano oppure evitano di mangiare per paura di ingrassare, soprattutto in questo periodo dopo la pausa estiva. A molti di voi sembrerà strano, ma saltare i pasti fa male e il peso, purtroppo, aumenta con il passare del tempo.

Cosa succede quando digiuniamo? E quali sono gli effetti?

  • Rallenta il metabolismo

  • Aumenta il rischio di malnutrizione

  • Predispone all’aumento della massa grassa

  • Predispone alla perdita di massa magra

  • Aumenta il rischio di disturbi alimentari

Molte persone sostengono che il digiuno sia l’unica soluzione per perdere peso, convinti che, privando l’organismo di energie e nutrienti, abbia come unico effetto la riduzione della massa; invece non è affatto così. Il digiuno porta il nostro organismo a entrare in una situazione di “allerta o carestia”, ciò comporta un rallentamento del metabolismo.

Quali sono le conseguenze fisiche e mentali del digiuno?

  • Nervosismo e stress: saltare i pasti fa aumentare il livelli di cortisolo, chiamato anche ormone dello stress, prodotto dalle ghiandole surrenali, le quali, avvertendo la mancanza di nutrienti, rilascereanno in circolo più cortisolo.

  • Aumenta la fame: durante la giornata si verificano cali fisiologici di zuccheri nel sangue e ciò spinge il cervello a desiderare cibo e avere sempre la sensazione di fame, arrivando al pasto successivo con una irrefrenabile voglia di mangiare o meglio, di abbuffarsi. Da recenti studi, è emerso che, la carenza di glucosio prolungata, spinga il nostro cervello ad avvicinarci a cibi ricchi di zuccheri semplici e grassi, quindi al “cibo spazzatura”.

Vi chiederete, come mai all’inizio si perde peso?

Vi spiego il motivo e il meccanismo d’azione del nostro organismo: durante il digiuno, si perdono per prima cosa, i liquidi, poi i muscoli e poi, per ultimo, si attaccano le riserve di grasso; ovviamente che risultato avremo, si ad una perdita di peso, ma non assisteremo ad un dimagrimento. La conseguenza?

Riduzione della massa muscolare e aumento della massa grassa, in altri termini: rallentato metabolismo con conseguente aumento del peso corporeo.

Come fare allora per buttar giù i kiletti accumulati in estate?

  • Fate pasti regolari;

  • Cercate sempre di avere un equilibrio tra carboidrati, lipidi, proteine e introducete fibre e oligoelementi;

  • Fate attività fisica con regolarità;

  • Evitate di mangiare di notte;

  • Consumate una abbondate colazione e una cena leggera.

  • Evitate le “diete fai da te”, affidandovi ad uno specialista ed i prodotti che, spesso, spacciano come miracolosi

©2020 Manuela Mapelli | Biologa - Nutrizionista | P. IVA: 03456770134 | Via Vittorio Veneto, 13 - Lecco | +39.347.2379913 - manumapelli@gmail.com | Privacy Policy

Log in with your credentials

Forgot your details?